Loading

Casamassima: anche i “soggetti riconducibili alla maggioranza” nel Consiglio di venerdì 18 gennaio.

Quali i motivi dell’urgenza riscontrati per la convocazione di un consiglio comunale? E se poi la prerogativa della scelta del Segretario Generale Comunale è solo del sindaco, perché investire il Consiglio Comunale di tale compito? E poi come mai nessuno dei 4 che ha occupato quella posizione va bene? Ed ancora, come mai i segretari comunali vanno via? Ma la maggioranza conosce la programmazione?

Queste le domande da parte delle minoranze, Palmieri, Mirizio, Caravella e Portaccio, nei confronti di una maggioranza che “sembra scocciata” dalle opposizioni che trovano sempre un motivo per ostacolarne il trionfale cammino. E a queste contestazioni ci saremmo aspettati che almeno un legale che mastica la materia, come la consigliera di maggioranza dott.ssa Marida Lerede, avesse tentato, per non lasciare da solo Nitti, di darle delle risposte, ma nulla di tutto questo è avvenuto.

In sintesi questo è quanto prodotto dal Consiglio Comunale monotematico ed urgente convocato in tutta fretta nella mattinata di venerdì 18 gennaio che ha ratificato, come avevamo anticipato ieri, la convenzione fra Nitti, sindaco di Casamassima e Donatelli, sindaco di Triggiano, in riferimento all’impiego del segretario comunale di Triggiano, dott. Di Natale Luigi, ma solo per il 20%, anche per il Comune di Casamassima.

Tempo che appare insufficiente per risolvere i mille problemi che negli anni si sono accumulati e che si stanno accumulando e che avrebbero meritato sicuramente più attenzione e considerazione, almeno uguale a quella destinata all’addetto stampa, da assumere a tempo pieno. (clicca qui per leggere).

Domande, quelle delle minoranze, non secondarie le cui risposte, non hanno soddisfatto le opposizioni che hanno bocciato il provvedimento a cui la maggioranza non ha fatto mancare il suo incondizionato consenso.

Ma rispetto a quanto scritto ieri, a proposito dei segretari comunali che si sono succeduti in questi 6 mesi e mezzo di sindacatura Nitti, e che oggi non rivestono più quel ruolo, dobbiamo chiedere scusa ai nostri lettori. Accanto al dott. Ettore Massari, alla dott.ssa Doriana De Angelis, al dott. Giuseppe Bruno, “ritenuti non soddisfacenti” perché non scelti direttamente dal sindaco e che hanno preso altre direzioni, abbiamo dimenticato di citare anche la dott.ssa Teresa Gentile il cui incarico, durato appena 8 giorni, abbiamo appreso dal sindaco, è stato la causa di questo consiglio comunale in quanto il contratto scadeva proprio il 18 gennaio. (clicca qui per leggere).

Ci scusiamo per l’inesattezza dell’elenco fornito ieri.

4 segretari comunali ma nessuno con quel quid necessario e fondamentale che avrebbe potuto convincere il sindaco Nitti all’impiego duraturo e stabile. Se mai tale personalità sia stata “progettata” è un mistero, visto che come garante della legittimità degli atti prodotti dal Comune viene chiamato, per scarsi tre mesi (rinnovabili) e con un incarico solo al 20%, un segretario comunale che presta già regolare servizio presso un altro comune. In che giorno e a che ora i consiglieri o i cittadini ne facciano richiesta lo possano incontrare in ufficio è un mistero, come misterioso resta il fatto di sapere quando sarà possibile tenere le Giunte Comunali che senza la presenza del segretario sarebbero nulle. Per fortuna c’è la dott.ssa Carmela Fatiguso che dovrà, nonostante i molteplici compiti e responsabilità ricoperte, occuparsi anche della carica di Vice Segretario Generale Comunale.

Controllore e controllato, secondo Caravella.

Siparietti interessanti quelli fra Palmieri ed il Presidente del Consiglio Giuseppe Valenzano, sempre più di parte, fra Caravella e Mirizio a proposito del governo nazionale e della norma che porta da 40 mila a 150 mila gli affidamenti diretti, (clicca qui) e fra Mirizio e la maggioranza a proposito di quello spacchettamento dei lavori al Campo Sportivo (clicca qui) per affidare incarichi a soggetti riconducibili alla maggioranza.

Soggetti riconducibili alla maggioranza?

 

Commenti

commenti

Leave a Reply