Loading

Casamassima: arrestato l’aggressore del 25 aprile scorso.

Il Comandante della Caserma dei Carabinieri di Casamassima, luogotenente Filippo Falcone, insieme ai sui uomini, sulla base di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Bari, Giulia Romanazzi, ha arrestato l’uomo resosi responsabile della violenza perpetuata nei confronti di una giovane donna la notte fra il 24 ed il 25 aprile scorso a Casamassima.

Ricorderete che la ragazza, massacrata di botte dall’ex convivente, era stata ricoverata presso l’Ospedale Miulli di Acquaviva con una prognosi di 15 giorni. Tornata a casa ha provveduto a denunciare l’aggressore che è stato, appunto, arrestato e portato in carcere.

La Gazzetta del Mezzogiorno rivela anche altri particolari sull’accaduto. L’aggressione, avvenuta in un noto locale su via Bari, è proseguita anche all’esterno dello stesso dove, in prossimità di giardinetti pubblici vicini, che altra stampa erroneamente ha identificato come Villa Comunale, la giovane donna ha rischiato anche violenza sessuale che grazie all’intervento, nonostante l’ora tarda, di cittadini accorsi sul posto a seguito delle grida della ragazza, non ha avuto seguito.

L’aggressore per questo dovrà rispondere di tentata violenza sessuale aggravata e lesioni personali aggravate.

Su La Gazzetta del Mezzogiorno del 10 maggio, a cura di Valentino Sgaramella,  i particolari.

 

Commenti

commenti

Leave a Reply