Loading

Casamassima: la minoranza “denuncia” il comportamento di Giuseppe Valenzano.

Nonostante la giornata di festa, quella che si respira in Comune è un’aria pesante ed intrisa di mistero.

Un esposto che denuncia l’illegittimità inerente alla convocazione del Consiglio Comunale dell’11 dicembre prossimo, sembra essere stato indirizzato al Prefetto di Bari. I consiglieri di minoranza firmatari, ad esclusione dei grillini che non si capisce bene quale ruolo stiano assumendo nei confronti della maggioranza che sostiene Nitti, denunciano il comportamento del Presidente del Consiglio, Giuseppe Valenzano, che senza aver convocato preliminarmente la Conferenza dei Capigruppo, prevista dalle norme e dai regolamenti, abbia notificato ai consiglieri tutti una convocazione di Consiglio Comunale fissandolo per l’11 dicembre.

All’ordine del giorno figuravano:

1 – Approvazione Piano Diritto allo Studio anno 2019;

2 – Richiesta della  Ditta  CASTELLO s.r.l. di Provvedimento  Autorizzativo  Unico per l’ampliamento dello stabilimento di estrazione  e  imbottigliamento  di acqua minerale naturale oligominerale e commercializzazione a  marchio AMATA consistente nella realizzazione di un deposito “pallets” e di tettoia da destinare ad area carico degli automezzi con posizionamento di impianto fotovoltaico        integrato su entrambe le  coperture  piane  delle  strutture, identificato con la particella n. 8-9-10, foglio n. 9…;

Ma anche su questa richiesta avanzata dalla Ditta Castello il mistero si tinge di giallo. Questo provvedimento, già proposto per lo scorso Consiglio Comunale è poi ritirato dalla maggioranza perché la documentazione a corredo, come fatto notare dalle minoranze, era deficitaria ed incompleta, anche questa volta, nonostante la maggioranza lo abbia riproposto, viene bocciato dalla 1° Commissione, che riunitasi il giorno 7, su sollecitazione del consigliere Palmieri che ne constatava ancora una volta l’incompletezza degli atti richiedendone il ritiro, veniva ritirato anche con il con il voto favorevole di esponenti di maggioranza.

Ma perché parte della maggioranza continua a riproporlo e parte della stessa maggioranza vota con le minoranze per il ritiro? Cosa nasconde realmente questa autorizzazione di variante del PRG che tanto clamore ultimamente agita gli animi della maggioranza?

 

 

Commenti

commenti

Leave a Reply