Loading

Casamassima: la nuova chiesa di via Salvo d’Acquisto.

Procedono spediti e senza interruzione i lavori che stanno interessando la costruzione della nuova Chiesa Parrocchia San Vincenzo Ferrer (ex Parrocchia S. Madonna delle Grazie) su quel terreno dove una volta era ospitato il Parco Giochi della zona 167 in via Salvo D’Acquisto a Casamassima.

(Delimitata in rosso la zona destinata alla nuova chiesa)

Da una ricognizione sul campo però e come avevamo già avuto modo di scrivere a marzo del 2017 (clicca qui per leggere), sembrerebbe che quel vecchio progetto pubblicizzato anche sul sito della Parrocchia, sia stato molto rimaneggiato.

(Masterplan pubblicato sul sito della Parrocchia S. Maria delle Grazie)

(Tratto dal sito della Parrocchia)

La nuova chiesa, di cui si sentiva la necessità anche a causa delle dimensioni ridotte della vecchia, non appare poi tanto più grande rispetto a quella che a breve andrà in disuso posta in via Bari e che dovrebbe tornare nella disponibilità del Comune. Ma anche gli spazi verdi sembrerebbero del tutto assenti e quel campo da calcio a norma CONI con illuminazione notturna che avrebbe dovuto animare il nuovo oratorio sembra non trovare spazio.

(Foto tratta dal profilo Facebook della Parrocchia)

(L’ingresso della chiesa di via Salvo D’Acquisto)

(Particolare dell’ingresso da cui si può presumere, visto il muro in fondo, la lunghezza totale della nuova chiesa)

(La nuova chiesa – San Vincenzo Ferrer – vista dall’alto)

Rispetto al vecchio progetto è aumentata a dismisura l’area destinata ad ospitare accanto al nuovo alloggio per il parroco anche gli uffici e le sale parrocchiali.

(Il nuovo complesso parrocchiale – Anna Ciacci Brancaccio – visto dall’alto)

Mentre scriviamo l’intero complesso appare come una gettata continua in cemento armato che non lascia spazio al verde. Seguiremo ancora la realizzazione dell’opera e vi terremo informati nel caso ci fossero sostanziali sviluppi.

 

Nel frattempo i parrocchiani si augurano tutti che la “voce” che vedrebbe Don Michele Camasta lasciare l’ufficio pastorale  di parroco in favore di un nuovo ed importante incarico pensato per lui dalla Curia non sia vera.

 

 

Commenti

commenti

Rispondi