Loading

Casamassima: la titolare la lavanderia precisa su La Gazzetta del Mezzogiorno.

Riportiamo integralmente le dichiarazioni della legale rappresentante  la lavanderia che qualche giorno fa ha subito un tentativo di furto del dispositivo cambiamonete, apparse oggi, 24 agosto 2018, su La Gazzetta del Mezzogiorno.

Con riferimento all’articolo «Rapina con “giallo” a lavanderia», pubblicato su queste pagine il 21 agosto (sulle pagine de La Gazzetta n.d.r.), la legale rappresentante della lavanderia di Casamassima afferma in una nota che «l’articolo, nel riportare l’accaduto, ha riferito circostanze non precise». Più in dettaglio, con riferimento alla logistica dell’apparecchio cambia­monete, la imprenditrice puntualizza che «il cambiamonete non ha alcun alloggio di sicurezza. Era ancorato ad un muro per ragioni di sicurezza  – aggiunge – ma facilmente asportabile con l’uso di un qualsiasi arnese in grado di rompere il tufo della parete. Non è dotato di ingenti sistemi di sicurezza semplicemente perché non contenente  grosse  cifre  di   denaro». Ancora, «le telecamere della lavanderia, come dichiarato nell’integrazione di denuncia-querela depositata presso la stazione dei Carabinieri di Casamassima, erano perfettamente funzionanti, ma l’hard disk, per problemi tecnici, non ha potuto registrare. È, altresì, necessario precisare che altre telecamere sono presenti nell’immediatezza e nelle zone limitrofe la nostra attività commerciale – rimarca – e verosimilmente avrebbero ripreso l’accaduto. L’acquisizione o meno dei relativi filmati avverrà su impulso esclusivo degli  organi inquirenti». La titolare dell’azienda precisa inoltre «di non essere stata presente   alla  rapina né,  tanto meno,  di  aver visto il ladro. Sono invece ben cinque le persone che hanno riferito di aver visto un uomo di colore con treccine, medio alto, con maglia verde e pantaloni bianchi tentare il furto e poi fuggire a bordo di una utilitaria  di colore grigio». Poi:«La cliente, che al momento del furto si è ritrovata faccia a faccia con il malvivente, è prontamente rientrata nella propria abitazione e ha chiamato telefonicamente noi titolari». Infine:«Non abbiamo alcuna copertura assicurativa contro il furto».

(La Gazzetta del Mezzogiorno, 24 agosto 2018)

Commenti

commenti

Leave a Reply

This function has been disabled for Maurizio Saliani.