Loading

Casamassima: le falle dell’informazione sulla Collodi.

Sembra assurdo, che nell’era di internet e della rete in cui si riesce a far circolare le notizie con la velocità di un battito di ali, debbano trascorrere diciannove ore prima che qualcuno informi la cittadinanza tutta su un argomento, quello bambini a scuola, che a Casamassima sta mobilitando le coscienze di tutti.

Tanto ci è voluto affinché, La Voce del Paese, per bocca di una pagina Facebook, informasse la cittadinanza che quell’incontro alla Città Metropolitana di Bari di ieri alle 16 ha portato come frutto il proseguo, per le bambine e i bambini, della frequenza, anche per il prossimo anno, all’interno del Majorana visto il perdurare dei lavori che probabilmente non consentirà l’apertura regolare del plesso a settembre, nonostante le rassicurazioni del sindaco.

Perché mai il sindaco, nonostante fosse un argomento di scottante attualità, non ha sentito la necessità di comunicarlo di persona l’esito dell’incontro? E l’addetto stampa del sindaco facente parte dello staff , se non in queste occasioni, quando opera concretamente mettendo a frutto la professionalità per cui è stato scelto?

Ma non solo questa la nota stonata: ieri il consigliere Agostino Mirizio, attraverso un messaggio su Facebook informava tutti che gli era stato impedito di assistere all’incontro tenutosi alla Città Metropolitana di Bari?

Perché impedire ad un consigliere comunale di assistere come uditore ad un incontro che a tutti gli effetti è Istituzionale?

Questo il post del consigliere pubblicato ieri, 25 giugno alle 17.05.

 

Aggiornamento del 26 giugno 2019 ore 18.30

Il sindaco Giuseppe Nitti aspetta più di 24 ore per dare la notizia, visto che già in mattinata si era avuto conferma di quanto  già si sapeva, con un post sulla sua pagina Facebook. Dimostrazione plastica che palesa che a volte i sindaci devono essere pungolati per dare “il meglio di se”.

 

Commenti

commenti

Rispondi