Loading

Casamassima: Salvini, la Montanaro e Giuseppe Nitti.

Domenica di sole quella che accompagna la Maria Montanaro, assessora della giunta Giuseppe Nitti a Casamassima, alla ricerca delle firme a sostegno di Matteo Salvini che rischia il processo per sequestro di persona sul caso dei migranti trattenuti sulla nave militare Diciotti.

E così il capitano che, smargiassamente dichiarava di non temere la Magistratura e che anzi pretendeva di essere processato, si scopre essere un qualsiasi caporale di giornata che, timoroso della galera e forse dell’unica divisa, quella a strisce bianca e nera dei carcerati, che non ha ancora avuto modo di sfoggiare, chiama a raccolta i suoi per controfirmare un appello di “clemenza”.

Ma non è il solo ed ennesimo caso che investe politicamente la giunta Nitti del paesello.

Anche l’avv. Davide Bellomo che fu il primo a congratularsi con Giuseppe Nitti per l’elezione a sindaco di Casamassima, (vedi foto), rinuncia alla candidatura come primo cittadino a Bari, ed invece di appoggiare il candidato Filippo Melchiorre, individuato da Raffaele Fitto e Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia, sceglie di sostenere il candidato della Lega Nord, Fabio Romito.

 

Commenti

commenti

Leave a Reply