Loading

Casamassima. Tra TARI, PEF e Ricicloni; quali i benefici per i cittadini contribuenti?

La maggioranza di governo cittadino guidata da Giuseppe Nitti si appresta a convalidare, nel prossimo consiglio comunale di giovedì 20 dicembre, il Piano Economico Finanziario, quello sulla tassa per la monnezza per intenderci, varato dall’ex sindaco Vito Cessa ed oggi al centro di ricorsi al TAR vinti dai cittadini ed approdati al Consiglio di Stato. E nonostante il PD, brutto, sporco e cattivo guardato a vista dall’attuale maggioranza che mai gli fa mancare critiche e condanne, si scopre essere l’artefice di un piano economico finanziario degno di attenzione ed approvazione tanto da convalidarne gli atti.

E così, la delibera di Consiglio Comunale del 29 marzo 2017, che approvava il piano TARI e che aveva in Annamaria Latrofa, Gino Petroni e Vito Mazzei, ieri fieri oppositori ed oggi rappresentanti di spicco di maggioranza, diventare da improponibile ed inammissibile a credibile, logica e sensata per arrivare addirittura ad essere convalidata.

Misteri misteriosi attanagliano e confondono la nostra psiche.

Nel frattempo, sempre nel campo dei rifiuti, scopriamo, come mettono in risalto articoli di stampa, che in una riunione urgente svoltasi a Gioia del Colle con la partecipazione dei sei sindaci dell’ARO 5, Acquaviva, Adelfia, Casamassima, Gioia, Sammichele e Turi, presieduta dal Direttore ARO Giuseppe Santoiemma, che l’Ecologica Falzarano, vincitrice del ricorso presentato al Consiglio di Stato che vedeva annullare le risultanze della gara vinta da CNS-Cogeir-Dal Fiume, non sarebbe in regola perché avrebbe presentato delle fideiussioni false. Probabilmente fra ricorsi e controricorsi che non hanno chiarito ancora chi dovrà espletare il servizio, i sindaci sono propensi a credere che si dovrà arrivare ad una nuova gara speriamo, questa volta, più vantaggiosa per i cittadini.

Staremo a vedere cosa succederà dopo l’ultima sentenza del 14 febbraio prossimo.

Per gli abitanti del paesello intanto, piazzatosi al 26° posto fra i comuni più Ricicloni della Puglia nella speciale classifica stilata da Legambiente, nessun beneficio tariffario è all’orizzonte.

 

Commenti

commenti

Leave a Reply