Loading

Il restauro corre sul filo.

– Buongiorno, qui parla il Comune di Casamassima.

– Buongiorno, in cosa posso esserle utile?

– Dovremmo fare dei lavori di restauro alla “Croce Monumentale lapidea“ del Cimitero Comunale e restaurare anche l’affresco “Madonna del Soccorso”, che si trova all’interno della chiesa Madonna del Soccorso.

– D’accordo, le faremo sapere.

Trascorre qualche giorno e sulla scrivania del Comune giunge un messaggio che recita più o meno così:

«Come da sua richiesta telefonica si formula la nostra migliore offerta per l’esecuzione delle due opere indicate: € 2.600 al netto di iva per un totale pari a € 2.860. Certi di aver accolto la vostra richiesta le porgiamo i nostri più cordiali saluti».

L’ufficio redige la Determina ed affida i lavori.

Ci saremmo aspettati che qualcuno indicasse per filo e per segno quali fossero le opere di restauro richieste, ma non ne abbiamo trovato traccia. Da un sopralluogo sul posto abbiamo scattato la foto che vedete su: un intervento pare, almeno a vista, necessario, ma se dovessimo redigere un elenco delle operazioni necessarie per far tornare quella vecchia croce risalente pare ai primi del 900, non saremmo in grado visto che restauratori non siamo.

Ora ci chiediamo e vi chiediamo, considerato che sulla determina in questione è scritto: DARE ATTO che il pagamento verrà effettuato dopo l’ultimazione dei lavori previa verifica dell’esatto adempimento della prestazione, …. in che modo sarà possibile verificare i lavori che dovranno essere liquidati se non è scritto da nessuna parte che lavorazioni di restauro devono essere realizzati?

Mistero.

Stesso mistero avvolge anche i lavori da effettuarsi su quell’affresco all’interno della Chiesa della Madonna del Soccorso che non abbiamo potuto visionare perché il luogo sacro viene aperto solo durante celebrazioni particolari.

 

Commenti

commenti

Rispondi