Loading

La Casa della Salute

Come ricorda La Gazzetta del Mezzogiorno, oggi in edicola, sono trascorsi 10 lunghissimi anni in cui i casamassimesi aspettano che finalmente la Casa della Salute apra le proprie porte. Non sono bastati i tre milioni spesi per adeguare e rimodernare i locali dell’ex Ospedale per far si che la Casa della Salute diventasse realtà.

Risolto anche il problema che vedeva i medici di base non favorevoli al “trasferimento” nella struttura, ancora oggi quel nastro che dovrebbe inaugurarla non è stato tagliato.

Non dobbiamo a questo proposito, dimenticare l’impegno e l’energia profusa dal concittadino Antonio Busto che molto si è speso per rendere possibile la risoluzione dell’intricata faccenda, che il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Mario Conca definisce una “barzelletta”.

Penso, ma gli elementi sino ad oggi pare mi diano ragione, che i passi sino ad oggi mossi da questa amministrazione, siano carenti dimostrando l’inefficacia delle azioni fin qui svolte. Da quello che si evince la problematica non riveste preminentemente questioni tecniche, che andranno sicuramente vagliate ed analizzate, ma oramai la questione è diventata squisitamente politica.

Proprio per questo mi permetto di suggerire al sindaco un percorso.

Vorrei sommessamente ricordare al Sindaco Cessa, che attualmente riveste i panni di Presidente la Regione Puglia quel Michele Emiliano, espressione dello stesso suo partito, che a Casamassima è venuto per ben due volte sia per appoggiare la sua di candidatura che quella del sindaco. Alle regionali del 2015 il PD ha raccolto da Casamassima ben 1292 voti e le liste direttamente collegate a Michele Emiliano 1319 voti che sono serviti per far si, con le ulteriori liste collegate, che Emiliano diventasse Presidente di Regione.

Ora, caro sindaco Cessa, questo vorrà dire qualcosa?

Sicuramente quei voti per Emiliano non crede possano essere stati riconosciuti anche per l’impegno che lo stesso avrebbe profuso a beneficio dell’intera collettività in riferimento alla Casa della Salute?

Non le sembra sia diventata improcrastinabile una telefonata al Presidente Emiliano?

Non le sembra sufficiente il dono che porta in dote di oltre 2600 voti?

Antonio lo avrebbe fatto, e noi con lui.

Commenti

commenti

Rispondi