Loading

La Pro Loco non passa inosservata: ogni giorno stupisce.

Come mai è sfuggito all’associazione di promozione sociale Carta Bianca, editore de La Voce del Paese edizione di Casamassima, di dare una notizia così importante? L’associazione editrice in questione, che a fronte delle attività di promozione delle numerose attività svolte nel 2020 a Casamassima e organizzate dall’ufficio servizi culturali del Comune ha incassato anche un impegno di spesa per un contributo pari a 1.000 euro, si lascia sfuggire l’occasione per informare tutti i suoi affezionati lettori che la Pro Loco di Casamassima il 3 febbraio scorso ha depositato domanda per ottenere il Marchio d’Impresa.

Richiesto dalla Pro Loco di Casamassima, si chiede all’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi che venga riconosciuto e quindi approvato, un marchio figurativo rappresentante lo skyline del borgo antico di Casamassima lato piazza Purgatorio (oggi p.zza Moro) di fine 800 con una immagine riportante a destra in basso in piccolo il testo Pro Loco Casamassima con al centro una grande scritta Paese Azzurro

Logo a cui ha contribuito anche la compianta prof.ssa Elena Netti.

Insomma, una sorta di marchio di fabbrica, un brand per i più sopraffini, che dovrebbe dar vita ad una sorta di riconoscimento a livello “interplanetario” che Casamassima, solo per il fatto che a qualcuno piace dipingere le pareti delle case di blue, comprese tutte le sue varie sfumature, venga universalmente riconosciuto come il Paese Azzurro.

Di quello che pensiamo di tutta questa operazione vi abbiamo dato modo di tediarvi già su queste pagine, clicca per leggere.

Quello però che rimane ancora un mistero è che, nonostante queste grandiose operazioni, la Pro Loco di Casamassima continua a perdere pezzi che non ci sembrano di secondo piano e che anzi erano decisamente rappresentative. Dopo le dimissioni per motivi personali di Tatiana Busco e di Annamaria Castellano, sono arrivate quelle pubbliche causate da vicissitudini e malcontenti creatisi all’interno del consiglio direttivo da parte di Fabio Dentamaro dello scorso 25 novembre per arrivare anche a quelle di un altra socia storica: Maristella Orofino.

Certo che la Pro Loco non passa inosservata: ogni giorno stupisce.

 

Commenti

commenti

Leave a Reply

This function has been disabled for Maurizio Saliani.