Loading

L’uccellino ha preso il volo…..

Vorremmo che i sorrisi che qualche dipendente ha postato sui social fossero un preludio positivo alla risoluzione della lunga vertenza che vede in bilico posti di lavoro. Vorremmo che l’ottimismo di quelle foto che danno appuntamento al 7 febbraio prossimo siano bene auspicanti ma le notizie che si rincorrono sulla carta stampata e sul web, ci restituiscono una realtà decisamente diversa.

Oggi l’addio definitivo al marchio Auchan anche a Casamassima.

Con le serrande chiuse dell’ipermercato la galleria stamani sembrava un girone dell’inferno; i pochi avventori più sprovveduti si aggiravano chiedendosi il perché di quella chiusura, non pensando minimamente al dramma che in questo momento i dipendenti, compreso l’indotto, sta vivendo perché un colosso decide di abbandonare tutto e “scappare”. Dopo i contratti di solidarietà che evidentemente a poco sono serviti, dopo le assunzioni lampo che in alcuni casi duravano una mattinata in cassa, si vende e si chiude lasciando ad altri l’onere della riapertura.

Solo fermandoci agli ipermercati Auchan presenti in Puglia, ma si registrano le stesse preoccupazioni nel resto dello stivale, saranno solo i dipendenti a pagare le conseguenze per quel cambio d’insegna che vede l’uccellino volare via lasciando il posto ad una margherita che non sappiamo se sia già appassita.

Con la riduzione drastica della superficie di vendita che dovrà essere utilizzata solo per la distribuzione alimentare, i conti sarebbero presto fatti. I sindacati al riguardo non sembrano credere alla Conad che vorrebbe non toccare i posti di lavoro, ma la cassa integrazione dietro l’angolo potrebbe rappresentare il prologo ad una serie di misure, mobilità incentivata e mobilità, anticamera della perdita di posti di lavoro. L’apertura della multinazionale irlandese specializzata nella vendita di abbigliamento (Primark), potrebbe assorbire il personale attualmente in esubero?

Riuscirà la task force regionale da ieri al lavoro per arrivare ad un accordo soddisfacente e non così penalizzante per i dipendenti?

(La sorpresa delle bancarelle all’interno della galleria commerciale)

Commenti

commenti

Leave a Reply