Loading

Il mistero dei puntelli e delle travi a Palazzo di Città.

Il 25 ottobre scorso il Responsabile del Servizio di Gestione Economico – Finanziario del Comune di Casamassima, dott.ssa Carmela Fatiguso, con la Determina n. 208, senza indugio, affida ad un’impresa del luogo LAVORI URGENTI DI MESSA IN SICUREZZA PER RIMOZIONE PUNTELLI PERICOLANTI NEL PALAZZO COMUNALE – FINESTRE VANO SCALA PIANO PRIMO.

La dott.ssa Carmela Fatiguso, Vice Segretario Generale ed anche Responsabile del Servizio Affari Generali – Servizi al Cittadino, comprendente:

Ufficio Anagrafica e Statistica;

Ufficio Archivio e Protocollo;

Ufficio Contenzioso;

Ufficio Contratti;

Ufficio Elettorale e Leva;

Ufficio Notifiche;

Ufficio Personale;

Ufficio Portale Istituzionale e Trasparenza;

Ufficio Relazioni con il Pubblico (U.R.P);

Ufficio Segreteria Generale;

Ufficio Servizi e Forniture;

Ufficio Stato Civile

e, dal 20 gennaio 2017, con Ordinanza Sindacale n.11 a firma dell’ex sindaco Vito Cessa (confermata nell’incarico anche dal Commissario Prefettizio dott. Aldo Aldi) anche responsabile ad interim del Servizio Gestione Economico – Finanziaria, comprendente:

Ufficio Economato Provveditorato;

Ufficio ragioneria e Bilancio;

Ufficio tributi;

firma una determina che sembrerebbe non abbia nulla a che vedere con le innumerevoli responsabilità che riveste, in quanto si riferisce a lavori che avrebbero dovuto interessare l’Ufficio Tecnico, al cui vertice risulta esserci l’arch. Flaviano Palazzo.

Ma nonostante questa anomalia riscontrata, che crediamo sia frutto solo ed unicamente della nostra poca dimestichezza in riferimento ai tecnicismi burocratici i lavori sembrerebbero iniziati e terminati.

Ma nessuna cartellonistica di cantiere che indicasse l’inizio dei lavori, la fine prevista, l’impresa esecutrice, i responsabili di cantiere e le varie indicazioni che una comunicazione ufficiale dovrebbe riportare è apparsa in bella mostra sul Palazzo di Città.
Perché?

In virtù della decisone del Commissario Prefettizio che concedeva in comodato gratuito al Comitato San Rocco parte dei locali posti al pian terreno del Palazzo Comunale – Zona Monumentale, dopo un sopralluogo a seguito della pulizia del vano scala (costo 3.000 euro), si  riscontrava che due finestre ubicate all’interno del vano scala erano ancora puntellate con travi e puntoni. Considerato che tali opere di presidio (travi e puntoni) risultavano obsolete dato che i lavori di consolidamento statico del vano scala erano stati completati da diversi anni e per evitare che la precarietà delle strutture stesse, instabilmente ancorate alla struttura dell’immobile, potessero cadere verso il basso con eventuali danni a persone e/o cose si decide di rimuoverle.

Infatti il preventivo presentato dall’Impresa scelta, senza indugio, per tali operazioni prevedeva:

Rimozione opere di presidio al 1° piano del Palazzo Comunale;

Pulizia accurata del piano di calpestio dagli escrementi dei volatili;

Fornitura e posa in opera di rete metallica a protezione dei due infissi presenti al 1° piano del Palazzo Comunale.

Costo 1.000 euro.

Ma vedendo i lavori terminati ci accorgiamo di alcune differenze fra il preventivato e il realizzato.

Le travi e i puntoni che dovevano essere rimossi, ci sembra siano stati invece sostituiti con strutture in ferro.

Che gli infissi interessati dall’intervento invece che due risulterebbero quattro come risulta dalle foto.

La differenza che intercorre fra rimozione e sostituzione sembra chiara a tutti, ed allora, cosa è sopraggiunto per variare in corso d’opera le operazioni previste? Che quei sostegni e quelle travi non potevano essere completamente rimossi, come riportato in determina, a causa della forse persistente instabilità non risolta? Che quei lavori di consolidamento statico del vano scala  cui fa riferimento nella determina la dott.ssa Fatiguso, anche se completati da diversi anni, non sono stati verificati? Che sia intervenuto l’Ufficio Tecnico, forse certamente più competente, per variare i lavori? E se ciò fosse vero, per quale motivo non si è provveduto a integrare e/o modificare la determina a firma della Responsabile del Servizio di Gestione Economico – Finanziario, dott.ssa Carmela Fatiguso?

E se anche l’offerta economica dell’impresa esecutrice ha potuto subire variazioni, (la rimozione semplice pensiamo sia sicuramente differente da un punto di vista economico dalla sostituzione), perché non esplicitarlo attraverso atti?

Si indaga sul caso.

Commenti

commenti

Rispondi