Loading

Non esiste il gol impossibile: Gioacchino Prisciandaro.

Furono i 46 gol di Gioacchino Prisciandaro a permettere alla Cremonese, nel giro di due stagioni e dopo 6 anni di inferno nelle serie inferiori, di passare dalla C1 alla B.

Gioacchino Prisciandaro, “Jack lo squartaporte”, com’era affettuosamente soprannominato il barese classe 70 approdato a Cremona nel campionato 2003-2004 che partendo dalla propria area di rigore, si preparava a colpire inesorabilmente ora di testa, ora di sinistro, ora di destro, con potenza o precisione facendo gonfiare la rete avversaria. Attaccante puro, Priscia.

Le bandiere e i cori della Sud salutavano ed inneggiavano al beniamino e quel ricordo, intatto, è rimasto.

E domenica scorsa, come quella lontana domenica del 15 maggio 2005, Priscia era a Cremona per festeggiare con la città ed i tifosi che non lo hanno mai dimenticato, il ritorno della Cremonese in B dopo 11 anni.

E così, dopo aver indossato in grigio rosso la maglia che fu di Gianluca Vialli, arrivato ormai alla veneranda età di 35 anni, gioca ancora con il Palazzolo in D e finisce l’esperienza agonistica, dopo 25 anni di attività nel Casamassima.

Nel suo palmares 7 promozioni, 215 gol ufficiali in campionato tra serie D, C2, C1 e B.

Oggi Gioacchino, gestisce una stazione di servizio a Casamassima, ma non ha dimenticato la sua grande passione. E’ presidente ed allenatore, insieme a Giovanni Terrameo, Enrico Pesce e Giacomo Pirolo della Atletico Casamaxima, centro calcistico di base.

L’unico cruccio per il Priscia goleador è quello di non poter allenare i nuovi campioni qui a Casamassima. Il campo sportivo cittadino, ormai non più utilizzabile da anni ha obbligato Gioacchino a trovare ospitalità presso il campo sportivo di Sammichele di Bari che immediatamente gli ha aperto i cancelli.

«Sarebbe bello allenare a Casamassima», ci dice con una punta di malcelata amarezza.

Gioacchino Prisciandaro, non lo dice, ma è stato per ben due volte capo cannoniere prima della C1, stagione 2003-2004 con 28 gol e poi della C2, stagione 2004-2005 con 18 gol.

Commenti

commenti

Rispondi