Loading

Quando un “mi piace” non dato ti sconquassa la giornata.

Scoperto l’arcano dei mi piace sulla pagina Facebook del candidato sindaco Giuseppe Nitti, per gli amici Pinuccio, che dopo il nostro giocherelloso intervento del 9 aprile scorso che aveva il solo scopo di sfottere i sindaci passati e presenti visto questo tempo che le mezze stagioni non ci sono più e che piove mentre dovrebbe stare il sole alto nel cielo, almeno prima del tramonto perché quando tramonta sta giù, …… ho perso il filo.

Dicevamo: scoperto il mistero.

Vengo e mi spiego.

I tifosi ultras del sindaco Nitti, ma sarebbe più opportuno chiamarli in altro modo, che vengono da nord, da sud e da est (da ovest non tanto), e che mai ci leggono perché loro la peste, (io), lontana la tengono, non ci stavano proprio a perdere così malamente il confronto con il sindaco passato, Vito Cessa, che nonostante non fosse più sindaco da tempo, stracciava inesorabilmente Pinuccio Giuseppe con 1820 mi piace contro gli appena 1192.

Ma cosa potevano fare poveretti? se Pinuccio non piace, non piace.

Pensa che ti ripensa li immaginiamo chi su una panchina sotto i fiori d’arancio, chi in un bar, chi in una sala piena di torri, a studiare il modo di cancellare quell’onta insopportabile. Il giovane Pinuccio Nitti, sindaco di Casamassima, e divenuto nel frattempo Santo di riserva (clicca qui per l’atto di beatificazione), con così tanti problemi che attanagliano il paesello ed oberato da impegni istituzionali fra una risposta ad un giornalista ed una rettifica al giornale che scrive a sproposito senza sapere, era, come è logico che sia, assolutamente non interessato a questo problema certamente di terziario interesse, per cui continuava a viaggiare sui binari della risoluzione dei problemi scolastici, della grande distribuzione e di quelle buche che ogni volta che le prendi ti fanno saltare gli ammortizzatori e che, con il depuratore ancora in stand by, pure la puzza ti fanno sentire.

E poi cerano i fiorellini giallognoli da piantare.

E così i nostri intrepidi tifosi si inventano gli inviti preghiera da mandare in ogni dove affinché il Giuseppe Pinuccio avesse quello che si merita.

E così cominciano a circolare come una raffica di mitra, prima discretamente, poi sempre più massicciamente inviti a più non posso come quello che vedete nella foto qui sopra. Naturalmente abbiamo mascherato i nomi degli ultras perché ci pareva brutto. Non l’ultras brutto, de gustibus non disputandum est, ma il fatto in se.

Ma anche questi inviti non sortivano l’effetto sperato, perché due giorni dopo, l’11 aprile, la situazione era questa:

Oltre al fischio continuo di recchie che non mi faceva dormire, causato da un andirivieni di improperi indirizzati alla mia striminzita persona, ero costretto a sentire, proveniente dalla cucina, uno strano rumore di pentole, coperchi e piatti di cui vi svelerò l’autore in seguito. Abbiate pazienza.

I mi piace, nel frattempo, erano ancora poca roba e non potevano competere con il sindaco precedente, il quale poveretto, causa il mio intervento, pure un mi piace perdeva.

Ma ecco che il giorno dopo, ed arriviamo al 12 aprile anno domini 2019, sembra che la tendenza sia al rialzo.

Ma, altro mistero imperscrutabile, la pagina riporta la dicitura: Pagina ufficiale del candidato sindaco Giuseppe Nitti.

Come? Candidato? L’amministrazione sta cadendo e lui si vorrebbe ripresentare e noi non sappiamo niente? Oddio gridano da Piazza Moro e da Piazzetta Bellomo: «ma noi non siamo pronti». Un’altra volta i palloncini blu al cielo? Ancora con i sabato del fare e il giardinaggio? Un’altra volta Davide Carlucci che sbraita contro la Lega della Montanaro dai palchi?

E allora ditelo che ce l’avete con noi. Non è giusto.

E con questo bello fatto che farebbe accapponare l’epidermide pure a un pachiderma, arriviamo a lunedì 15 aprile in cui scopriamo che la pagina feisbuk di Pinuccio Giuseppe Nitti candidato e sindaco del paesello a sud est la grande metropoli è riuscita, dopo i tanti ed innumerevoli sforzi, a raggiungere il traguardo dei 1413 mi piace assai (ancora pochi per arrivare ai 1819 di Cessa) nonostante non abbia fatto gli auguri per le Palme a nessuno dei suoi concittadini dal suo seguitissimo profilo.

Se centrino e quanto gli inviti inviati a destra e a manca dai sostenitori incalliti e già amici stretti di Pinuccio Nitti, di cui ve ne mostriamo uno qui sotto, non lo sapremo mai.

Anche se, analizzando tutti questi mi piace elargiti a profusione scopriamo che molti di questi nuovi fans, probabilmente sanno dell’esistenza di Casamassima solo perché compare ancora sulla cartina geografica.

Ma il nostro tempo a disposizione si ferma qui.

E visto che di questo argomento ne abbiamo già parlato ampiamente scocciandovi e scocciandoci come non mai, vi sveliamo il segreto dei rumori in cucina. Ricordate?

Sapete chi era che mi teneva sveglio? Quel gran burlone del presidente del consiglio comunale Giuseppe Valenzano che voleva insegnarmi il trucco per le tagliatelle con pomodorini e calamari da leccarsi i baffi e la barbetta.

Ma tranquilli, sono riuscito a sgamare pure lui ed ecco le prove sulla sua, si dice, cucina sopraffina.

Sono tutte ricette copiate e senza il procedimento passo passo neanche l’uovo al tegamino saprebbe fare, altro che grande chef.

Ulla, nel frattempo, gongola spensierata sulla rotonda.

Comunque, per gli interessati, consiglio la lettura di questo articolo post che spiega come acquistare mi piace su Facebook insegnando altri metodi per aumentare la visibilità di una pagina. (clicca qui).

Buon proseguimento.

Commenti

commenti

Leave a Reply