Loading

Quelle pensiline sui parcheggi Auchan a Casamassima.

Sarebbero dovuti terminare il 31 ottobre 2017, così almeno recita la cartellonistica di cantiere, i lavori che stanno interessando una vasta area parcheggio del Centro Commerciale Auchan a Casamassima.

Proteggi la tua auto, proteggi la tua terra è lo slogan utilizzato da coloro i quali stanno procedendo al montaggio di pensiline che oltre a proteggere l’auto dai raggi del sole, produrrà energia elettrica grazie ai suoi panelli fotovoltaici.

Ci ha incuriosito però la cartellonistica di cantiere, che riportava si il committente, l’appaltatore, i vari tecnici responsabili e le date di inizio e fine lavori, ma che risultava in bianco su chi fosse stato l’Ente o il soggetto che tali lavori autorizzava.

Da una veloce ricerca ci siamo imbattuti in una Sentenza del TAR Puglia, pubblicata il 12 gennaio 2017  in cui il Comune di Casamassima veniva condannato in «contumacia» e veniva altresì annullato il provvedimento impugnato.

Ma cosa era successo?

La Solar 11 srl, l’impresa committente che sta procedendo ancora alla realizzazione di quelle pensiline fotovoltaiche aveva presentato richiesta di regolare autorizzazione al Comune di Casamassima per quei lavori e l’Ufficio Tecnico non aveva controfirmato il permesso sostenendo che quell’intervento dovesse essere assoggettato a norme differenti da quelle dichiarate dall’impresa.

Ma i giudici del TAR, sentenziano che la determinazione assunta dal Comune di Casamassima è illegittima non solo sotto il profilo dell’erroneità, ma anche sotto quello del difetto e dell’insufficienza motivazionale.

Quello che lascia perplessi è il capire le ragioni che hanno spinto il Comune di Casamassima a non presenziare all’udienza fissata dal Tribunale per essere così, condannati in «contumacia».

Ma cosa sta succedendo negli uffici del Comune?

L’unica nota positiva il refrigerio che queste pensiline porteranno alle nostre auto in sosta. Per chi ci và, naturalmente.

Commenti

commenti

Rispondi