Loading

I tre assessori PD defenestrati, non ci stanno.

Sono iniziati stamattina i lavori che consegneranno via Bari ad una viabilità normale, senza buche, senza scossoni, senza imprecazioni e con la possibilità di portare l’auto a casa intatta.

Oltre che il sederino e la schiena.

I lavori interesseranno una delle arterie principali cittadine da via Fiorentini ad una ventina di metri prima l’incrocio con via Di Vittorio, per un totale di ca 800 metri.

Gli ex assessori PD, Antonietta Spinelli, Andrea Palmieri e Rocco Bagalà, defenestrati senza che il sindaco o chi per esso, abbia dato spiegazioni, intervengono per precisare e per puntualizzare che i sovvenzionamenti ricevuti dalla Regione per i lavori, sono frutto di sinergie messe in campo con tutta la Giunta, compresi il Cristantielli e la Barone e che quindi, i meriti, andrebbero, come sono, riconosciuti alla vecchia giunta. Anche la Spinelli, giorni fa, ebbe modo di precisare e puntualizzare, con una punta di ironia, che solo per caso (qui l’ironia), si accorgeva che molti dei progetti che in questi giorni vedono la luce, sono frutto del suo lavoro.

A parte le considerazioni politiche sulle scelte della vecchia giunta, oggi siamo qui a chiederci quali i reali motivi dell’allontanamento coatto degli assessori?

Quale l’accanimento proprio nei confronti di quei tre PD?

Per quale motivo il sindaco, nonostante abbia il coraggio di ricordare l’ex assessore Bagalà sulla propria pagina anche in riferimento a questi ultimi lavori, non spiega le vere ragioni che lo hanno portato alla decisione di allontanare da se questi personali collaboratori?

Come mai il PD rimane ancora silente e non ci spiega per quale motivo continua a sostenere un sindaco che senza motivi apparenti lascia a casa questi assessori?

Quale il valore aggiunto della giunta tecnica?

Ma anche il PD è ostaggio di questo sindaco?

E perché?

Commenti

commenti

Rispondi